ALTRO

Il suo senso della bellezza guidò la sua ricerca della verità.
B. Brecht, VITA DI GALILEO

Proiezione del film
IL SENSO DELLA BELLEZZA | Arte e scienza al CERN
un film di VALERIO JALONGO

Martedì 21 novembre

ORARI 19.00 e 21.00

BIGLIETTO INTERO 7.00€
BIGLIETTO RIDOTTO con AncheCinema Card 6.00€

Teatro polifunzionale Anche Cinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Biglietti al BOTTEGHINO dell'AncheCinema
Biglietti ONLINE disponibili QUI: http://bit.ly/2fPeO36

ACQUISTA CON LA CARTA DEL DOCENTE

Il BOTTEGHINO dell'AncheCinema è APERTO lun-ven 11-13 e 17-19 e su prenotazione con SMS

INFO e PRENOTAZIONI SMS 329 611 22 91

AMKA FILMS in coproduzione con RSI RADIOTELEVISIONE SVIZZERA - SRG SSR
e AMEUROPA INTERNATIONAL con RAI CINEMA

presentano

IL SENSO DELLA BELLEZZA
ARTE E SCIENZA AL CERN
un film di VALERIO JALONGO

Al CERN di Ginevra, diecimila scienziati di tutto il mondo collaborano intorno alla più grande macchina mai costruita dall’uomo alla ricerca di ciò che ha dato origine al nostro universo - un milionesimo di secondo dopo il Big Bang.

Quattro anni dopo la sensazionale scoperta del “Bosone di Higgs”, il CERN è alla vigilia di un nuovo, eccezionale esperimento. L’esperimento è insieme un viaggio nel tempo più lontano e nello spazio più piccolo che possiamo immaginare.

Così, l’infinitamente piccolo e la vastità dell’universo schiudono le porte di un territorio invisibile, dove gli scienziati sono guidati da qualcosa che li accomuna agli artisti. Tra scienziati che hanno perso l’immagine della Natura, e artisti che hanno smarrito la tradizionale idea di bellezza, attraverso macchinari che assomigliano a opere d’arte e istallazioni artistiche che assomigliano ad esperimenti, emerge un ritratto di attività scientifiche e artistiche come indagine, come immaginazione, come autentico esercizio di libertà.

Mentre il nuovo esperimento del CERN procede nella sua esplorazione della misteriosa energia che anima l’universo, scienziati e artisti ci guidano verso quella linea d’ombra in cui scienza e arte, in modi diversi, inseguono verità e bellezza. Tra queste donne e questi uomini alcuni credono in dio, altri credono solo negli esperimenti e nel dubbio. Ma nella loro ricerca della verità, tutti loro sono in ascolto di un elusivo sesto, o settimo, senso… il senso della bellezza.

NOTE DI REGIA

Molti di noi assistono con sgomento alla crisi dell’Europa, del suo sistema politico, dei suoi ideali assediati da antiche diffidenze e nuovi fanatismi. C’è un’istituzione europea però che resiste, e anzi sembra aumentare il suo prestigio. È il #CERN di Ginevra, creato nel dopoguerra dai fisici europei quasi come antitesi al Progetto Manhattan – che portò alle bombe americane di Hiroshima e Nagasaki.

Il CERN ha scopi pacifici, non ha finalità di lucro e le sue scoperte sono condivise e a disposizione di tutti. Forse questo spiega un singolare paradosso nella storia di questa grande comunità di scienziati: e cioè come mai un laboratorio di Fisica delle particelle, dove si persegue la conoscenza pura, senza alcuna applicazione pratica, sia stato all’origine dell’invenzione che più di ogni altra ha rivoluzionato le nostre vite.

È infatti al CERN che nel 1990 nasce il #WorldWideWeb, l’internet libero di un mondo senza più confini.

“Il senso della bellezza” racconta un momento speciale del CERN, a sessant’anni dalla sua nascita. È l’inizio di un nuovo eccezionale esperimento con l’LHC – il Large Hadron Collider. In questo anello a cento metri di profondità e lungo ventisette chilometri si producono ogni secondo miliardi di collisioni tra particelle subatomiche. Perché? Cosa stanno cercando i fisici con i loro rivelatori? Queste specie di macchine fotografiche di proporzioni titaniche come ATLAS e CMS, sono capaci di scattare quaranta milioni di “fotografie” al secondo.
Ma chiamarle “fotografie” è in realtà una semplificazione per i media. Nessun fisico usa davvero quelle immagini per elaborare le proprie teorie. Perché i fisici degli ultimi cento anni hanno imparato a loro spese che siamo di fronte ad alcuni aspetti della Natura che sembrano assurdi.

Ormai i fisici cercano di avvicinarsi a questi fenomeni per noi ancora misteriosi con la matematica, e con esperimenti che forniscono posizioni, dati statistici, numeri. Sanno di non avere più nessuna immagine concreta della Natura da offrirci. E non solo perché si tratta di realtà infinitamente piccole, invisibili. Ma perché la natura, nella sua essenza, ha un comportamento che è lontano dal senso comune e dai nostri cinque sensi.

La Fisica moderna ha distrutto le ultime certezze che venivano dalla nostra esperienza del mondo, ma non ha trovato una spiegazione altrettanto certa e definitiva. La scienza, questo dovremmo averlo capito ormai, non cerca verità assolute, è sempre in cammino, sospinta solo dal dubbio e dall’ansia di conoscere.

Molti anni fa ho letto un frammento di un filosofo greco, #Eraclito. “La natura ama nascondersi” diceva. Ma la natura non è forse ciò che è ovunque intorno a noi? Cos’è che ci sfugge? C’è qualcosa di invisibile ai nostri occhi?

“Da dove veniamo? Che cosa siamo? Dove andiamo?” è uno dei quadri più belli di Paul Gauguin, e queste grandi domande di solito le associamo alla filosofia, alla religione, all’arte… non certo alle scienze esatte.

È invece questa la matrice profondamente umana che rintracciamo nella Fisica e in particolare nelle ricerche del CERN. Nonostante la complessità in cui ognuno di noi vive immerso, la frammentazione ed estrema specializzazione delle competenze e dei mestieri, resta il bisogno di superare la paura che tutto questo ci infonde, e ancora di più, l’aspirazione a comprendere di cosa siamo parte.

Come diceva Einstein, il mistero più grande è la nostra capacità di conoscere l’universo, di afferrarne la misteriosa semplicità e bellezza.

Pubblicato in CINEMA
Venerdì, 10 Novembre 2017 13:39

MAURIZIO MICHELI | Uomo solo in fila

Spettacolo teatrale
Uomo solo in fila
di e con MAURIZIO MICHELI

mercoledì 13 dicembre 2017 | ore 21
Teatro polifunzionale AncheCinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Biglietti ridotti con ANCHECINEMA card
ACQUISTA con LA CARTA DEL DOCENTE
BIGLIETTI ONLINE qui: http://bit.ly/2zzAqcI
e qui: http://bit.ly/2zvntCJ
Biglietti al BOTTEGHINO del Teatro APERTO dal lunedì al venerdì ORARI 11-13 17-19

Biglietti disponibili su circuito BOOKINGSHOW, online QUI:http://bit.ly/2zzAqcI
e in tutti i punti vendita Bookingshow come il BOX OFFICE La Feltrinelli di Via Melo 119 a Bari

INFO e PRENOTAZIONI SMS 329 611 22 91

A cosa pensa un uomo solo in fila, nella sede di Equitalia, mentre attende di essere chiamato a risolvere i suoi problemi fiscali?

E' quello che gli spettatori scopriranno assistendo allo spettacolo di Maurizio Micheli, mercoledì 13 dicembre (h 21.00) sul palco dell' AncheCinema a Bari.
Si tratta di un esilarante “percorso esistenziale” dell' attore appulo-livornese, con i prevedibili retropensieri baresi.

La manifestazione è organizzata dal Rotary Club Bari Mediterraneo, in collaborazione con Rotaract, Associazione Bitetto-Mediterranea e Associazione BLU-Org: obiettivo della raccolta-fondi (alias vendita dei biglietti!) è la disponibilità e il finanziamento di un Service (attività di Pratica velica/Veloterapia) destinato ai soggetti affetti da disabilità psichica.

Pubblicato in TEATRO
Giovedì, 09 Novembre 2017 19:59

III Festival Centro del Mundo

Ritorna il Festival Centro del Mundo ideato dai Radiodervish

CENTRO DEL MUNDO III EDIZIONE
Festival delle culture e della convivenza
Bari 15-18 dicembre 2017
Realizzato con una collaborazione tra Cosmasola e AncheCinema.

Quest’anno l’argomento toccato ruoterà attorno alle tematiche delle identità e della cittadinanza in un mondo multiculturale.

Il programma:

Venerdì 15 dicembre 2017, ore 21.00
AncheCinema Bari - Biglietto 18 euro
Concerto Music for Hope
Con Aeham Ahmad, Pianoforte
special guest Radiodervish

Sabato 16 dicembre 2017 ore 10.00
AncheCinema Bari
Conferenza musicale degli artisti con gli studenti delle scuole medie superiori

Domenica 17 dicembre 2017, ore 21.00
AncheCinema Bari- Biglietto 10 euro
Spettacolo Italia. Generation 2.0
Con i rappers Zanko e Tommy Kuti

Lunedì 18 dicembre 2017 ore 10.00
AncheCinema Bari
Conferenza musicale degli artisti con gli studenti delle scuole medie superiori

Teatro polifunzionale AncheCinema Corso Italia 112
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45
INFO e PRENOTAZIONI Botteghino Teatro SMS 329 611 22 91
BOX OFFICE La Feltrinelli di via Melo 119 BARI
Biglietti ONLINE bookingshow.com cinemaz.com
FB Anche Cinema
anchecinema.com

Pubblicato in MUSICA
Giovedì, 09 Novembre 2017 18:52

L'ISOLA MAGICA Shakespeare in Dream

ResExtensa e Anchecinema presentano
L'ISOLA MAGICA Shakespeare in Dream

ideazione e coreografia
ELISA BARUCCHIERI
testi di
SELENE FAVUZZI

venerdì e sabato 1-2 dicembre | ore 21
domenica 3 dicembre | ore 18
mercoledì 6 dicembre | ore 18 | SPECIALE SAN NICOLA ore 21
venerdì e sabato 8-9 dicembre | ore 21
domenica 10 dicembre | ore 21

Teatro polifunzionale ANCHECINEMA
Corso Italia 112 | Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Biglietti ONLINE qui: http://bit.ly/2fPeO36
e a breve su circuito BOOKINGSHOW.com
ACQUISTA CON LA CARTA DEL DOCENTE
Biglietti ridotti con AncheCinema CARD

Biglietti disponibili al BOTTEGHINO del Teatro polifunzionale APERTO
lun-ven ORARI 11-13 17-19
e su prenotazione con SMS al numero 329 611 22 91
e a breve al BOX OFFICE La Feltrinelli di via Melo a Bari

INFO e PRENOTAZIONI SMS 329 611 22 91

Uno spettacolo che unisce parole, luci e musica con la magia della danza aerea. Quella stessa magia che Elisa Barucchieri ha scelto di indagare nell'opera shakespeariana.

L’opera “Shakespeare in Dream - L’Isola Magica”, intreccia i versi del grande poeta drammaturgo con un testo originale di Selene Favuzzi, con le musiche oniriche del Maestro Luigi Maiello e con le coreografie elegantissime e potenti di Elisa Barucchieri.

Shakespeare ricorre a personaggi magici in varie delle sue opere: le tre streghe di Macbeth, lo spirito Ariel, il mago Prospero, il folletto Puck, la strega Sycorax sono fra le figure più indimenticabili e straordinarie del drammaturgo inglese e, dopo 400 anni, continuano ancora ad affascinare un pubblico di tutte le età.

danzano
ELISA BARUCCHIERI
TERI DEMMA
NICO GATTULLO
FABRIZIO FALLACARA
RAFFAELLA GIANCIPOLI
LUCIA DELLA GUARDIA
MARIANGELA MASSARELLI
GERMANA RAIMONDO

Shakespeare
FRANCESCO CARRASSI

musiche origninali
LUIGI MAIELLO

light design
STEFANO LIMONE

Pubblicato in DANZA

BARI VISUAL STATION è un'iniziativa promossa da AncheCinema e Municipio I della Città di Bari, che trasforma il teatro polifunzionale ANCHECINEMA in una vera e propria STAZIONE VISUALE, un punto di partenza ed arrivo per l'arte del nostro territorio.

Mostra Personale di Lorenzo Tomacelli
Inaugurazione
sabato 28 ottobre 2017/ ore 19
presso lo spazio espositivo dell'ANCHECINEMA
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Ingresso libero

La mostra sarà visitabile dal 28 ottobre all'11 novembre
dal lunedì al venerdì ORARI 11-13 e 17-19
in orari diversi su prenotazione con SMS al numero 329 611 22 91

La mostra raccoglie riflessioni sull'animo della nostra terra, su chi siamo stati ieri e chi saremo domani.

Lorenzo, 25 anni, è laureato in Beni Culturali all'Università del Salento e uno studente di Storia dell'Arte all'Università degli Studi di Bari ''Aldo Moro''. Ha collaborato con festival pugliesi, come "Chiù fa notte e chiù fa forte" (2016), "Calici nel borgo antico di Cerignola" (2014-2017) e la ''Fiera del Libro di Cerignola'' (2014). Ha lavorato con molte aziende del mondo del food, realizzando etichette per birre artigianali come "Bianca del Gargano" e il suo seguito ''Bionda del Gargano'' e per vini come ''Volere Volare'' (Agricole Pietraventosa). Inoltre ha realizzato la copertina del libro ''Attentato al Piccolo Principe'' di Adelmo Monachese (Les Fleneurs Edizioni, 2017). Sin da bambino si dedica all'arte da autodidatta, inspirandosi per il suoi lavori alle campagne pugliesi, ai loro profumi e alle loro tradizioni, reinterpretando la vita con realismo magico.

Pubblicato in ALTRO
Martedì, 10 Ottobre 2017 23:46

WALK WITH ME

Proiezione del film WALK WITH ME

Giovedì 12 ottobre 2017
ore 21 / ANCHECINEMA
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Biglietti ridotti con AncheCinema CARD

Regia: Marc Francis, Max Pugh
Con: Benedict Cumberbatch
Anno: 2017
Durata: 93 minuti
Lingua:
Inglese (con sottotitoli in italiano)


Narrato dalla voce del candidato all’Oscar Benedict Cumberbatch Walk With Me è un viaggio nel microcosmo della comunità monastica del maestro Zen Thich Nhat Hanh, che insegna l’antica arte della meditazione buddhista oggi nota come Mindfulness.

Realizzato nel corso di tre anni nel monastero in Francia, ma anche on the road negli Stati Uniti, il film racconta per la prima volta dall’interno la quotidianità di un monastero Zen del XXI secolo, nel quale un gruppo di occidentali dalle più diverse provenienze ha scelto di ricominciare a vivere impostando la propria vita su nuovi valori, capaci di aprire inedite prospettive spirituali.

“È silenzioso e puro; contiene immagini e suoni che si traducono in una dimenticata concisione. Mi è piaciuto come i registi siano riusciti a catturare e trasmettere, cinematograficamente, lo stato a volte inspiegabile di essere risvegliato” – Alejandro González Iñárritu.

Aqcuista il tuo biglietto ONLINE QUI: http://bit.ly/2ybv2f6

oppure al botteghino aperto dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13 e in orari diversi su prenotazione con SMS al numero 329 611 22 91

Pubblicato in CINEMA
Hai un'idea? Vuoi presentare un progetto? Scopri come