MUSICA
Giovedì, 15 Dicembre 2016 12:19

Presentazione del disco "PRECIOUS"

Mercoledì 21 dicembre alle ore 21.30 @ AncheCinema Royal - ex cinema teatro royal , il batterista puglese Fabio Accardi presenterà il suo nuovo disco' "PRECIOUS"
insieme al suo dreamteam:


Gaetano Partipilo (sax soprano e contralto),
Claudio Filippini (piano e fender rhodes),
Francesco Poeti (chitarra acustica ed elettrica),
Luca Alemanno (contrabbasso e basso elettrico).

E’ di chiara vocazione ambientalista PRECIOUS, il nuovo disco del batterista pugliese Fabio Accardi, che uscirà per Mordente Records il prossimo 30 novembre 2016. Compagni di questa meravigliosa ode alla Terra e a tutto ciò che di prezioso essa offre sono: il sassofonista Gaetano Partipilo (sax alto e soprano, flauto), Claudio Filippini (pianoforte, piano Fender e Wurlitzer), Francesco Poeti (chitarra acustica ed elettrica), Luca Alemanno (basso e contrabbasso).

Il disco è composto da sette brani originali e da due brani editi che sono "Preludio pra Nanà" di Jack deJohnette, dedicato a Nanà Vasconcelos, e "Little Church" di Hermeto Pascoal. dedicato a Miles Davis.

I sette brani originali sono consacrati al nostro prezioso pianeta, alla salvaguardia della nostra amata (ma bistrattata) madre Terra, come si intuisce già dalla tracklist.
Il disco si apre con "Biodiversity", così preziosa per l’equilibrio vitale della Natura; la seconda traccia è "Wonderland: let the children play" che è un monito a lasciare il nostro pianeta nelle migliori condizioni tali da permettere alle generazioni future di vivere al meglio ed è anche un riferimento a una preziosa fonte di ispirazione che è Stevie Wonder di Overjoyed.

Segue "A Natureza, nossa princesa", che celebra Madre Natura e rappresenta uno stimolo a preservarne la bellezza,a prendersene cura e dedicarle le attenzioni che merita una principessa, che un giorno diventerà una regina. "(S)Heaven can’t wait", il quarto brano originale, è dedicato a Greenpeace che da tempo ha capito che non c’è più tempo da perdere e che bisogna passare all’azione ora; il paradiso è il nostro ambiente; il titolo contiene anche un riferimento musicale, visto che il brano è in 7/4 ma con delle brevissime incursioni in 4/4. "Scarlett, scent of woman" è una soul ballad dedicata alla donna in quanto creatura capace di generare la vita e di prendersene cura con tutto l’amore possibile. ù

"Thirty ways …to save the world" dedicato a tutti coloro che hanno fatto della salvaguardia del nostro ambiente una missione e una questione di vitale importanza: a cominciare dai piccoli grandi gesti come lo sposare lo sviluppo dell’energia rinnovabile, il risparmio energetico, il riciclo, la raccolta differenziata, la riduzione drastica dello spreco di risorse come il cibo; thirty anche perché il brano consta di 3 sezioni, ciascuna con un groove la cui somma è 30: infatti la sezione A è su un ciclo di 4 misure una in 6/4, una in 7/4, in 9/4 e una in 8/4; la sezione B è costituita da 6 misure in 5/4 e la sezione C in 5 misure da 6/4.

Le 3 sezioni del brano rappresentano le tre imbarcazioni che Greenpeace ha messo a guardia del nostro ambiente impiegandole per monitorarne i mari e non solo. Oceans: the whales’ song è una rock ballad ispirata al canto delle balene che il sax di Partipilo rappresenta a meraviglia; la melodia è immersa in un magma di sonorità come dire …liquide, che accompagnano il brano fino all’’emersione di un groove che i dj chiamerebbero jazz-house e che dà ossigeno a Partipilo per un solo favoloso che porterà il brano a finire con un colpo di coda.

Biodiversity reprise chiude il cerchio ribadendo quanto sia preziosa la biodiversità e che ogni essere vivente è fondamentale all’equilibrio naturale: ogni specie che scompare è assimilabile ad un pezzo di puzzle perduto, che renderà per sempre la visione d’insieme imperfetta e incompleta, è assimilabile ad un colore o un dettaglio rimosso da una tela, da un quadro talmente ben riuscito da essere un capolavoro, che risulterà per sempre monco.


Fabio Accardi è un batterista barese attivo nel panorama del jazz italiano da circa 25 anni, avendo iniziato la sua carriera a 18 anni; ha un diploma in percussioni classiche conseguito presso il Conservatorio di Verona e uno in Jazz et musiques improvvisèes presso il Conservatorio di Parigi. Svolge attività didattica presso il Conservatorio Corelli di Messina, il Conservatorio G.Da Venosa di Potenza e il Conservatorio di Foggia U.Giordano.

Il primo disco, che registra nel ’92 con il progetto Zetema Orchestra, diretta da Bruno Tommaso vede la partecipazione di Steve Lacy, Glenn Ferris Paolo Fresu e Tino Tracanna; in seguito registra con S. Bollani, G.Petrella Indigo4, F.Bosso, F. Bearzatti, P. Dalla Porta, Maria Pia de Vito, G.Mirabassi, Roberto Taufic. Ha collaborato, tra gli altri, con Robin Eubanks, Dave Liebman, Greg Osby, Ralph Alessi, Mike Moreno, John Escreet, Franco Ambrosetti; ha suonato in orchestre dirette Bill Holman , B.Tommaso, Paolo Silvestri.

Due suoi brani son stati arrangiati ed eseguiti per orchestra sinfonica; due dei suoi brani originali sono stati usati in colonne sonore (Les Amours Secrets” e “Whispers in an autumn rain”); così come altri due brani che lo vedono come esecutore.

Accardi ha all’attivo una trentina di dischi come sideman e 4 dischi da solista che sono:
"Arcoiris" lavoro che costituisce il suo debutto discografico come leader, avvenuto nel 2009. Interamente registrato a Parigi con un ensemble appulo-franco-belga-maltese di chiaro respiro europeo, esso ha una forte connotazione orchestrale: è cioè un disco permeato da una forte propensione all’arrangiamento e all’intreccio dei timbri dei singoli strumenti in cui vibrafono e flauto la fanno da padrone.

"Whispers", il secondo disco di Accardi come leader, rappresenta il ritorno nella sua Apulia Natia, un disco piu’ introspettivo e incentrato alla melodia pura e semplice delineata soprattutto dalla fisarmonica e dalla voce.

"Fabio Accardi e Convidados, 20 anos de saudade", terzo lavoro del batterista dedicato ad Antonio Carlos Jobim con una vocazione corale: come fosse un’occasione per Fabio Accardi per invitare a casa e condividere la sua passione per la musica di Tom Jobim con dei grandi artisti quali M.Pia de Vito, G.MIrabassi, R.Taufic e F.Bosso, R.Tavares, P.Arnesano, oltre ad un pool di eccellenze pugliesi in ambito jazzistico. Accardi celebra la grandezza del Maestro Soberano a 20 anni dalla sua scomparsa, scegliendo degli arrangiamenti molto particolari e incidendo quei brani piu’ vicini alla sua dimensione espressiva.

"Precious" è il nuovo capolavoro di Fabio Accardi, uscito in forma digitale lo scorso ottobre 2016 per Mordente Records come i precedenti.

Biglietti su cinemaz.com all'indirizzo:
https://www.cinemaz.com/prenotazione-biglietti/anchecinema-royal-bari.html

Per info tel 3312196494.

Hai un'idea? Vuoi presentare un progetto? Scopri come