ANCHE CINEMA

 

PROGRAMMAZIONE I prossimi eventi

 

IO, LA SECONDA FIGLIA
IO, LA SECONDA FIGLIA
IO, LA SECONDA FIGLIA

IO, LA SECONDA FIGLIA

IO, LA SECONDA FIGLIA di e con Tiziana Schiavarelli

Biglietti nella sezione biglietteria di questo sito

Leggi tutto
Orchestra Sinfonica Metropolitana
Orchestra Sinfonica Metropolitana
Orchestra Sinfonica Metropolitana

Orchestra Sinfonica Metropolitana

Leggi tutto
La bambina librata
La bambina librata
La bambina librata

La bambina librata

Spettacolo teatrale per bambini dai 7 anni in su e per adulti

DOMENICA 18 novembre | ore 11.00 e ore 17.30

Biglietti disponibili a breve nella sezione BIGLIETTERIA di questo sito

PRENOTAZIONI e INFO tel./SMS/WhatsApp 333 90 72 419

Leggi tutto
SHINE | MATTER OF TIME
SHINE | MATTER OF TIME
SHINE | MATTER OF TIME

SHINE | MATTER OF TIME

SHINE | MATTER OF TIME
PROMO TOUR ITALIA giovedì 29 novembre
Teatro AncheCinema
Biglietti disponibili a breve nella sezione BIGLIETTERIA di questo sito

Leggi tutto
ROSSINI Genio e Gourmet
ROSSINI Genio e Gourmet
ROSSINI Genio e Gourmet

ROSSINI Genio e Gourmet

ROSSINI Genio e Gourmet
Lezione di musica e cucina

venerdì 30 novembre | ore 21
Teatro AncheCinema
Biglietti nella sezione biglietteria di questo sito

Leggi tutto
SERENA BRANCALE
SERENA BRANCALE
SERENA BRANCALE

SERENA BRANCALE

Serena Brancale in Vita D'Artista feat. Willie Peyote

8 dicembre | ore 21
Biglietti nella sezione BIGLIETTERIA di questo sito

Leggi tutto
GALEFFI
GALEFFI
GALEFFI

GALEFFI

GALEFFI
GOLDEN GOAL TOUR
7 dicembre
Teatro AncheCinema

Leggi tutto
Cantieri della città del noi
Cantieri della città del noi
Cantieri della città del noi

Cantieri della città del noi

10-11 dicembre 2018

Leggi tutto
VIITO
VIITO
VIITO

VIITO

VIITO in concerto
TROPPOFORTE TOUR
21 dicembre 2018
Teatro AncheCinema

Leggi tutto
UNO NESSUNO CENTOMILA
UNO NESSUNO CENTOMILA
UNO NESSUNO CENTOMILA

UNO NESSUNO CENTOMILA

Leggi tutto
DINO ABBRESCIA
DINO ABBRESCIA
DINO ABBRESCIA

DINO ABBRESCIA

Leggi tutto
ALE E FRANZ
ALE E FRANZ
ALE E FRANZ

ALE E FRANZ

Leggi tutto
LA STAGIONE 2018-19
LA STAGIONE 2018-19
LA STAGIONE 2018-19

LA STAGIONE 2018-19

Leggi tutto
CONCORSO DI IDEE
CONCORSO DI IDEE
CONCORSO DI IDEE

CONCORSO DI IDEE

Concorso di idee per il restyling della facciata del teatro

Gli interessati possono inviare le proprie idee o proposte QUI: anchecinemastaff@gmail.com

Leggi tutto
UN NUOVO CLUB
UN NUOVO CLUB
UN NUOVO CLUB

UN NUOVO CLUB

UN NUOVO CLUB nel cuore di BARI

PARTY, CONGRESSI, EVENTI AZIENDALI in uno storico teatro innovativo e polifunzionale

Un'anticipazione della STAGIONE 2018-19 di TEATRO, MUSICA e DANZA

Leggi tutto
ANCHECINEMA CARD
ANCHECINEMA CARD
ANCHECINEMA CARD

ANCHECINEMA CARD

Leggi tutto
ANCHECINEMA CARD
ANCHECINEMA CARD
ANCHECINEMA CARD

ANCHECINEMA CARD

Leggi tutto

“La mia favola”
Si può riscrivere un diverso finale da favola
Laboratorio teatrale
tenuto da Angela Borromeo

Destinatari: bambini 6-13 anni

Lezione di PROVA gratuita
30 gennaio 2018 | H. 16.00-18.00
Teatro Polifunzionale Anche Cinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

OBBLIGATORIA la prenotazione con SMS al numero 329 611 22 9

“La mia favola” è un progetto che persegue l’obiettivo di rafforzare, attraverso tecniche teatrali esposte su tre diversi livelli di contenuti, una serie di attitudini e competenze utili a bambini e ragazzi sia nella vita scolastica che in quella personale: l’autostima, la conoscenza di sé, la capacità di rapportarsi allo spazio e agli altri, la gestione delle emozioni e così via, il tutto mediato dalle componenti ludica, sociale e creativa che sono proprie dell’arte teatrale.

Il progetto è articolato su tre mesi (12 settimane) con una lezione settimanale pomeridiana di un’ora e trenta.

In ogni lezione si alterneranno:
- esercizi di rilassamento, vocalità, spazialità, espressione corporea, multisensorialità, ascolto, equilibrio, coordinazione, gestione delle emozioni, respirazione, ritmo.

- giochi teatrali finalizzati ad acquisire e rafforzare la capacità di espressione vocale, facciale e corporea, gestualità, ricerca del personaggio, improvvisazione in modalità libera e guidata, rumorizzazione, studio sul personaggio.

- Nel primo mese i bambini si avvicineranno alle tecniche teatrali, con giochi a loro conosciuti ma rielaborati per migliorare la gestualità e la consapevolezza delle azioni.

- Nel secondo mese ci sarà un lavoro più incentrato sulla favola scelta, quindi improvvisazioni guidate e verbalizzazione e scrittura delle idee dei bambini.

- Nel terzo mese si lavorerà sulla messa in scena delle favola.

Il laboratorio è indirizzato ai bambini di età compresa tra i 6 e i 9 anni, in numero non inferiore a 6 e non superiore a 10.

I bambini dovranno indossare abiti comodi e scarpe da ginnasta o, alcune volte, calze antiscivolo.
Il laboratorio può essere tenuto nella sala vicino l’Anche Cinema, per i primi due mesi , e il terzo , per l’allestimento dello spettacolo, sul palco.

Il laboratorio può essere ripetuto per i tre mesi successivi con l’allestimento di un’altra favola, in modo che i bambini abbiano consapevolezza del lavoro e quindi dell’impegno e della costanza.

Pubblicato in ALTRO
Venerdì, 15 Dicembre 2017 17:15

BUONGIORNO ALLA CASA + BOCCASILE&MARETTI

Il MUNICIPIO 1 e ANCHECINEMA
presentano
BUONGIORNO ALLA CASA + BOCCASILE&MARETTI
Evento teatrale GRATUITO riservato ai residenti del MUNICIPIO 1 della Città di Bari, su PRENOTAZIONE presso il MUNICIPIO

L'evento intende promuovere, attraverso l’arte teatrale ed il divertimento, un momento di aggregazione per i cittadini del Municipio 1, che in occasione delle festività natalizie, potranno riscoprire con il sorriso l’antica credenza popolare della fata della casa.

sabato 30 dicembre ore 20
Teatro polifunzionale Anche Cinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

PROGRAMMA

- BUONGIORNO ALLA CASA
Commedia brillante della comagnia teatrale “La compagnia degli amici”
- a seguire il duo comico Boccasile&Maretti proporrà alcuni sketch a tema natalizio

- OMAGGIO per i partecipanti
A conclusione dei due momenti teatrali la società AncheCinema regalerà a ciascun partecipante vari tipi di biscotti pugliesi.

BUONGIORNO ALLA CASA

“Buongiorno alla casa” è una commedia scritta da Giulia Fornarelli.

Personaggi ed interpreti: Nicola, il portinaio (Pietro Lattanzi); Michele (Giacomo Picci); Maria (Giulia Fornarelli); Carmela (Nicla Lovino); Marchesina (Vito Bottalico); Pinuccia (Rossana Amodeo); Cikito (Alba Ortini).

Durata: 120 minuti

Secondo una credenza popolare in tutte le abitazioni c'è la fata della casa e in un’ antica e disabitata casa barese questa è particolarmente presente non permettendo al proprietario di venderla o affittarla.
Il proprietario dello stabile, il Marchese Disti Golloni, per sfatare le dicerie su questa fantomatica fata, concede gratuitamente l'uso della casa a Michele, amico del portinaio Nicola, che è disoccupato da diversi mesi. Michele dopo essersi accordato su una postilla particolare del contratto di locazione vi si trasferisce con la moglie Maria, inconsapevole degli accordi con il marchese e delle dicerie sulla casa. Michele felice di avere, dopo diversi mesi di convivenza con la suocera, una casa propria, scoprirà che non sono solo dicerie...
Una storia fantastica, divertente, grottesca e tutta da ridere per le famiglie, con una morale, che seppur scontata tuttavia sempre ricercata, secondo la quale l’amore vero oltrepassa i confini della vita terrena.

Pubblicato in TEATRO
Venerdì, 15 Dicembre 2017 17:10

PRISO | Dove chi entra urla

Proiezione del film PRISO di Fabrizio Pastore
mercoledì 27 dicembre ore 21
Teatro polifunzionale Anche Cinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Biglietti ridotti con AncheCinema card

BIGLIETTI ONLINE: http://bit.ly/2jOweiA
Biglietti al BOTTEGHINO APERTO dal lunedì al venerdì ORARI 11-13 17-19 (nei giorni feriali)
e su prenotazione con SMS al numero 329 611 22 91

INFO e PRENOTAZIONI SMS 329 611 22 91

CAST
Daniele Forenza, Valerio Altini, Giovanni Sada, Chiara Sgherza, Vito Cassano, Lorenzo D’Armento, Pasquale Paparella, Vincenzo Panzarino, Serban Ionut-Irinel, Vito Napolitano

TRAILER: https://vimeo.com/149164425

Il film è ambientato a #Bari e racconta la vita di un uomo segnato fin dall'infanzia da un soprannome ingiurioso, Priso - ''recipiente destinato a raccogliere l'urina e le feci'' - che non lo abbandonerà mai.
Priso cresce applicando la strategia dell'auto-sabotaggio, disertando la vita per mantenersi ai margini di una società che lo disprezza, restando nella zona sicura del fallimento esistenziale.
Almeno fino all'incontro con Bartolo, insegnante di scuola guida e profeta sgangherato che gli spiega la sua teoria: tutti hanno un “prurito” da cui non possono liberarsi e che procura loro dolore e sofferenza.
Priso allora concepirà l’idea di un posto “dove chi entra urla”, uno spazio utopico e surreale in cui lasciare il proprio prurito e liberarsi delle angosce più profonde. Un grande successo.
Come se bastasse essere accettati dagli altri per accettare se stessi e affrontare il proprio “prurito”.
«II surrealismo è la magica sorpresa di trovare un leone nell’armadio dove si voleva prendere una camicia.» (F. Kahlo, 1939)"

Pubblicato in CINEMA
Giovedì, 23 Novembre 2017 20:19

OGNI TUO RESPIRO


Proiezione del film OGNI TUO RESPIRO
(2017) di Andy Serkis
con il candidato all'OSCAR Andrew Garfield e la vincitrice del GOLDEN GLOBE Claire Foy

Ogni tuo respiro (Breathe) è un film del 2017 con Andrew Garfield nei panni di Robin Cavendish, #attivista britannico dedito ad aiutare disabili e malati, costretto a vivere paralizzato su una sedia a rotelle e con un respiratore a causa della #poliomielite

TRAILER: https://youtu.be/AFoEO1Y25o8

venerdì 24 novembre ORARI 18.00 21.00
sabato 25 novembre ORARI 18.00 21.00
domenica 26 novembre ORARI 21.00
lunedì 27 novembre ORARI 21.00

Teatro polifunzionale AncheCinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

INFO e PRENOTAZIONI SMS 329 611 22 91

Biglietti ONLINE qui: http://bit.ly/2fPeO36
Biglietti al BOTTEGHINO dell'AncheCinema APERTO dal lunedì al venerdì ORARI 11-13 17-19 e su prenotazione con SMS al numero 329 611 22 91
Biglietti ridotti con AncheCinema Card
ACQUISTA con LA CARTA DEL DOCENTE

"Un calvario che si trasforma in opportunità raccontato con stile british, fondendo ricostruzione e humor sottile"


"Robin Cavendish ha tutto dalla vita: è bello, aitante e fascinoso. Tanto da conquistare l'apparentemente inaccessibile Diana. Mentre la coppia di sposi nel dicembre 1958 si trova in Africa Robin contrae una forma di poliomielite che lo immobilizza in un letto e lo lega a un respiratore con una diagnosi che non gli lascia molto tempo da vivere. Diana, contro il parere della medicina ufficiale, lo porta a casa offrendogli delle opzioni terapeutiche mai tentate prima. Jonathan Cavendish non è solo il figlio di Robin nato poco dopo che il padre era stato colpito dalla malattia ma è anche il produttore del film. Questo fa sì che l'intera operazione assuma una dimensione del tutto speciale.


Dal momento in cui la malattia prende il sopravvento ci si accorge, minuto dopo minuto, che il fine è assolutamente diverso e che quel prologo aveva una sua ragione. Perché qui non ci si limita a ripercorrere le tappe di quello che avrebbe potuto essere solo uno sterile calvario individuale. Si racconta un #calvario che invece si è trasformato in un'#opportunità non solo per rendere più accettabile la vita di Robin Cavendish ma anche per garantire a pazienti in condizioni analoghe grazie a quegli strumenti che avrebbero consentito loro un'esistenza da condurre al di fuori dell'istituzione ospedaliera.

Cavendish, Diana e coloro che li hanno affiancati ed aiutati sono stati dei pionieri in questo campo ed era giusto che il cinema ne raccontasse la storia.

Lo stile molto #british che fonde ricostruzione con #humour sottile, che non avvolge la vicenda in un'atmosfera stabilmente cupa ma sa alternare situazioni critiche con sequenze più rilassate, è perfettamente funzionale a una diffusione di Ogni tuo respiro presso il pubblico più vasto. Anche quello, per essere ancora più espliciti, che non disdegna il cinema un po' old fashion"

Pubblicato in CINEMA

Il suo senso della bellezza guidò la sua ricerca della verità.
B. Brecht, VITA DI GALILEO

Proiezione del film
IL SENSO DELLA BELLEZZA | Arte e scienza al CERN
un film di VALERIO JALONGO

Martedì 21 novembre

ORARI 19.00 e 21.00

BIGLIETTO INTERO 7.00€
BIGLIETTO RIDOTTO con AncheCinema Card 6.00€

Teatro polifunzionale Anche Cinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Biglietti al BOTTEGHINO dell'AncheCinema
Biglietti ONLINE disponibili QUI: http://bit.ly/2fPeO36

ACQUISTA CON LA CARTA DEL DOCENTE

Il BOTTEGHINO dell'AncheCinema è APERTO lun-ven 11-13 e 17-19 e su prenotazione con SMS

INFO e PRENOTAZIONI SMS 329 611 22 91

AMKA FILMS in coproduzione con RSI RADIOTELEVISIONE SVIZZERA - SRG SSR
e AMEUROPA INTERNATIONAL con RAI CINEMA

presentano

IL SENSO DELLA BELLEZZA
ARTE E SCIENZA AL CERN
un film di VALERIO JALONGO

Al CERN di Ginevra, diecimila scienziati di tutto il mondo collaborano intorno alla più grande macchina mai costruita dall’uomo alla ricerca di ciò che ha dato origine al nostro universo - un milionesimo di secondo dopo il Big Bang.

Quattro anni dopo la sensazionale scoperta del “Bosone di Higgs”, il CERN è alla vigilia di un nuovo, eccezionale esperimento. L’esperimento è insieme un viaggio nel tempo più lontano e nello spazio più piccolo che possiamo immaginare.

Così, l’infinitamente piccolo e la vastità dell’universo schiudono le porte di un territorio invisibile, dove gli scienziati sono guidati da qualcosa che li accomuna agli artisti. Tra scienziati che hanno perso l’immagine della Natura, e artisti che hanno smarrito la tradizionale idea di bellezza, attraverso macchinari che assomigliano a opere d’arte e istallazioni artistiche che assomigliano ad esperimenti, emerge un ritratto di attività scientifiche e artistiche come indagine, come immaginazione, come autentico esercizio di libertà.

Mentre il nuovo esperimento del CERN procede nella sua esplorazione della misteriosa energia che anima l’universo, scienziati e artisti ci guidano verso quella linea d’ombra in cui scienza e arte, in modi diversi, inseguono verità e bellezza. Tra queste donne e questi uomini alcuni credono in dio, altri credono solo negli esperimenti e nel dubbio. Ma nella loro ricerca della verità, tutti loro sono in ascolto di un elusivo sesto, o settimo, senso… il senso della bellezza.

NOTE DI REGIA

Molti di noi assistono con sgomento alla crisi dell’Europa, del suo sistema politico, dei suoi ideali assediati da antiche diffidenze e nuovi fanatismi. C’è un’istituzione europea però che resiste, e anzi sembra aumentare il suo prestigio. È il #CERN di Ginevra, creato nel dopoguerra dai fisici europei quasi come antitesi al Progetto Manhattan – che portò alle bombe americane di Hiroshima e Nagasaki.

Il CERN ha scopi pacifici, non ha finalità di lucro e le sue scoperte sono condivise e a disposizione di tutti. Forse questo spiega un singolare paradosso nella storia di questa grande comunità di scienziati: e cioè come mai un laboratorio di Fisica delle particelle, dove si persegue la conoscenza pura, senza alcuna applicazione pratica, sia stato all’origine dell’invenzione che più di ogni altra ha rivoluzionato le nostre vite.

È infatti al CERN che nel 1990 nasce il #WorldWideWeb, l’internet libero di un mondo senza più confini.

“Il senso della bellezza” racconta un momento speciale del CERN, a sessant’anni dalla sua nascita. È l’inizio di un nuovo eccezionale esperimento con l’LHC – il Large Hadron Collider. In questo anello a cento metri di profondità e lungo ventisette chilometri si producono ogni secondo miliardi di collisioni tra particelle subatomiche. Perché? Cosa stanno cercando i fisici con i loro rivelatori? Queste specie di macchine fotografiche di proporzioni titaniche come ATLAS e CMS, sono capaci di scattare quaranta milioni di “fotografie” al secondo.
Ma chiamarle “fotografie” è in realtà una semplificazione per i media. Nessun fisico usa davvero quelle immagini per elaborare le proprie teorie. Perché i fisici degli ultimi cento anni hanno imparato a loro spese che siamo di fronte ad alcuni aspetti della Natura che sembrano assurdi.

Ormai i fisici cercano di avvicinarsi a questi fenomeni per noi ancora misteriosi con la matematica, e con esperimenti che forniscono posizioni, dati statistici, numeri. Sanno di non avere più nessuna immagine concreta della Natura da offrirci. E non solo perché si tratta di realtà infinitamente piccole, invisibili. Ma perché la natura, nella sua essenza, ha un comportamento che è lontano dal senso comune e dai nostri cinque sensi.

La Fisica moderna ha distrutto le ultime certezze che venivano dalla nostra esperienza del mondo, ma non ha trovato una spiegazione altrettanto certa e definitiva. La scienza, questo dovremmo averlo capito ormai, non cerca verità assolute, è sempre in cammino, sospinta solo dal dubbio e dall’ansia di conoscere.

Molti anni fa ho letto un frammento di un filosofo greco, #Eraclito. “La natura ama nascondersi” diceva. Ma la natura non è forse ciò che è ovunque intorno a noi? Cos’è che ci sfugge? C’è qualcosa di invisibile ai nostri occhi?

“Da dove veniamo? Che cosa siamo? Dove andiamo?” è uno dei quadri più belli di Paul Gauguin, e queste grandi domande di solito le associamo alla filosofia, alla religione, all’arte… non certo alle scienze esatte.

È invece questa la matrice profondamente umana che rintracciamo nella Fisica e in particolare nelle ricerche del CERN. Nonostante la complessità in cui ognuno di noi vive immerso, la frammentazione ed estrema specializzazione delle competenze e dei mestieri, resta il bisogno di superare la paura che tutto questo ci infonde, e ancora di più, l’aspirazione a comprendere di cosa siamo parte.

Come diceva Einstein, il mistero più grande è la nostra capacità di conoscere l’universo, di afferrarne la misteriosa semplicità e bellezza.

Pubblicato in CINEMA
Venerdì, 10 Novembre 2017 13:39

MAURIZIO MICHELI | Uomo solo in fila

Spettacolo teatrale
Uomo solo in fila
di e con MAURIZIO MICHELI

mercoledì 13 dicembre 2017 | ore 21
Teatro polifunzionale AncheCinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Biglietti ridotti con ANCHECINEMA card
ACQUISTA con LA CARTA DEL DOCENTE
BIGLIETTI ONLINE qui: http://bit.ly/2zzAqcI
e qui: http://bit.ly/2zvntCJ
Biglietti al BOTTEGHINO del Teatro APERTO dal lunedì al venerdì ORARI 11-13 17-19

Biglietti disponibili su circuito BOOKINGSHOW, online QUI:http://bit.ly/2zzAqcI
e in tutti i punti vendita Bookingshow come il BOX OFFICE La Feltrinelli di Via Melo 119 a Bari

INFO e PRENOTAZIONI SMS 329 611 22 91

A cosa pensa un uomo solo in fila, nella sede di Equitalia, mentre attende di essere chiamato a risolvere i suoi problemi fiscali?

E' quello che gli spettatori scopriranno assistendo allo spettacolo di Maurizio Micheli, mercoledì 13 dicembre (h 21.00) sul palco dell' AncheCinema a Bari.
Si tratta di un esilarante “percorso esistenziale” dell' attore appulo-livornese, con i prevedibili retropensieri baresi.

La manifestazione è organizzata dal Rotary Club Bari Mediterraneo, in collaborazione con Rotaract, Associazione Bitetto-Mediterranea e Associazione BLU-Org: obiettivo della raccolta-fondi (alias vendita dei biglietti!) è la disponibilità e il finanziamento di un Service (attività di Pratica velica/Veloterapia) destinato ai soggetti affetti da disabilità psichica.

Pubblicato in TEATRO
Giovedì, 09 Novembre 2017 19:59

III Festival Centro del Mundo

Ritorna il Festival Centro del Mundo ideato dai Radiodervish

CENTRO DEL MUNDO III EDIZIONE
Festival delle culture e della convivenza
Bari 15-18 dicembre 2017
Realizzato con una collaborazione tra Cosmasola e AncheCinema.

Quest’anno l’argomento toccato ruoterà attorno alle tematiche delle identità e della cittadinanza in un mondo multiculturale.

Il programma:

Venerdì 15 dicembre 2017, ore 21.00
AncheCinema Bari - Biglietto 18 euro
Concerto Music for Hope
Con Aeham Ahmad, Pianoforte
special guest Radiodervish

Sabato 16 dicembre 2017 ore 10.00
AncheCinema Bari
Conferenza musicale degli artisti con gli studenti delle scuole medie superiori

Domenica 17 dicembre 2017, ore 21.00
AncheCinema Bari- Biglietto 10 euro
Spettacolo Italia. Generation 2.0
Con i rappers Zanko e Tommy Kuti

Lunedì 18 dicembre 2017 ore 10.00
AncheCinema Bari
Conferenza musicale degli artisti con gli studenti delle scuole medie superiori

Teatro polifunzionale AncheCinema Corso Italia 112
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45
INFO e PRENOTAZIONI Botteghino Teatro SMS 329 611 22 91
BOX OFFICE La Feltrinelli di via Melo 119 BARI
Biglietti ONLINE bookingshow.com cinemaz.com
FB Anche Cinema
anchecinema.com

Pubblicato in MUSICA
Giovedì, 09 Novembre 2017 18:52

L'ISOLA MAGICA Shakespeare in Dream

ResExtensa e Anchecinema presentano
L'ISOLA MAGICA Shakespeare in Dream

ideazione e coreografia
ELISA BARUCCHIERI
testi di
SELENE FAVUZZI

Pubblicato in DANZA
Giovedì, 09 Novembre 2017 18:45

MISTERO A CROOKED HOUSE

Proiezione in esclusiva a Bari del film noir di prima visione

MISTERO A CROOKED HOUSE
(in uscita il 31 ottobre 2017)
con Glenn Close, Terence Stamp, Max Irons, Gillian Anderson, Christina Hendricks

Film tratto dal romanzo del 1949 "È un problema", uno dei romanzi più amati da Agatha Christie, con una grandissima GLENN CLOSE e dallo sceneggiatore PREMIO OSCAR Julian Fellowes

sabato 11 novembre
domenica 12 novembre
lunedì 13 novembre
martedì 14 novembre
mercoledì 15 novembre
giovedì 16 novembre
domenica 19 novembre

ORARI 17.00 - 19.10 - 21.20

DOMENICA ore 21.20

Teatro polifunzionale Anche Cinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Biglietti al BOTTEGHINO dell'AncheCinema
Biglietti ONLINE disponibili nella sezione BIGLIETTERIA di questo sito
Biglietto intero € 7.50
Ridotto con ANCHECINEMA CARD € 6.50

ACQUISTA CON LA CARTA DEL DOCENTE

Il BOTTEGHINO dell'AncheCinema è APERTO lun-ven 11-13 e 17-19 e su prenotazione con SMS

INFO e PRENOTAZIONI SMS 329 611 22 91

Un campo lungo con due figure umane fuori fuoco sullo sfondo. Una sinistra siringa, tenuta in mano da una donna, che finisce a fuoco in dettaglio. L’ago che buca il braccio di un anziano. Poi ecco il cinegiornale con la morte del vecchio magnate della ristorazione, il greco Leonides, e l’arrivo di una “cliente” nell’ufficio del detective privato Hayword. Una persona già conosciuta dall’uomo: la signorina Leonides… Inizia così Mistero a Crooked House, il film diretto da Gilles Paquet-Brenner (Dark Places), tratto da uno dei due romanzi di Agatha Christie che la celebre scrittrice inglese amava di più.

Ambientato nella campagna londinese nell’autunno del 1947, il film è uno dei classici racconti alla Christie che inizia proprio con l’esposizione dell’atto dell’omicidio per poi delineare i possibili sospetti e i moventi.

Nessuna Miss Marple o Hercule Poirot, infine, per un film che pone al centro invece la coralità di una trasposizione cinematografica polifonica che avrebbe dovuto essere diretta dal redivivo Neil LaBute, e con protagoniste Julie Andrews e Gemma Arterton, ma che si è dovuta “accontentare” di Gillian Anderson e Glenn Close. Il titolo “Crooked House” si rifà ad una filastrocca per bambini “There was a croocked man”.

Durata 90 minuti

Pubblicato in CINEMA
Martedì, 31 Ottobre 2017 20:51

LA SABBIA NEGLI OCCHI

Proiezione del film indipendente LA SABBIA NEGLI OCCHI di Alessandro Zizzo

giovedì 23 novembre 2017 | ore 21
Teatro polifunzionale AncheCinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

Biglietti ridotti con ANCHECINEMA CARD
Acquista con LA CARTA DEL DOCENTE

Biglietti disponibili a breve su cinemaz.com e al botteghino del Teatro APERTO lun-ven 11-13 17-19

INFO e PRENOTAZIONI SMS 329 611 22 91
Durata 98 min

Il film, prodotto dall’Associazione A.N.I.Ma.S.S ONLUS di Lucia Marotta con produzione esecutiva di Gregorio Mariggiò per Southclan Arts, è stato girato quasi interamente in provincia di Taranto e Brindisi tra le località di Maruggio, Campomarino, Manduria, Sava e Francavilla Fontana.

Protagonisti due volti noti del panorama televisivo e cinematografico, Valentina Corti, presente nel cast della serie televisiva “Un medico in famiglia”, e Adelmo Togliani, regista e attore, che torna a lavorare sul set con Zizzo dopo “La morte del sarago”.

Ad affiancare sulla scena i due attori principali, ci sono Giorgio Consoli, Carlo Tatarano, Altea Chionna, Serena Tondo, Andrea Simonetti, Mario Blasi, Mada Lopalco, Sarah Genga, Mauro Pulpito e il piccolo Fabio Ferrara già protagonista di “Iaco”, oltre alla partecipazione di Alberto Rubini. La fotografia è stata curata da Davide Micocci, che aveva già lavorato con Zizzo e Mariggiò nel cortometraggio pluripremiato: “Bibliothéque”.

Dopo il pluripremiato “La morte del sarago” e “Iaco”, prodotto dall’Apulia Film Commission con produzione esecutiva di Kimera Film, Zizzo questa volta torna sulle scene con un lungometraggio che racconta, con toni drammatici e delicati, la lotta solitaria e tenace di una donna affetta dalla Sindrome di Sjögren, una patologia autoimmune a carattere sistemico che può colpire diverse parti dell’organismo, in particolare gli occhi e la bocca, fino a provocare la progressiva distruzione delle ghiandole lacrimali e salivari.
Una malattia invalidante e invisibile, spesso difficile da diagnosticare, come testimonia la vicenda di Lucia Marotta, a cui è ispirato il film, e dei numerosi malati, soprattutto donne, che soffrono per anni in un clima di incomprensione prima di riuscire a dare un nome al loro nemico.

Pubblicato in CINEMA
Hai un'idea? Vuoi presentare un progetto? Scopri come